Turismo dentale: caratteri generali del fenomeno

Turismo dentale: conviene davvero?

In tempi di crisi gli italiani tendono a risparmiare anche in tema di salute dentale. Per questo, da molti anni sempre più comitive di nostri connazionali partono per i Paesi dell’est, in particolare Slovenia, Croazia ed Ungheria per farsi effettuare operazioni di tipo dentistico in cliniche specializzate per accogliere clienti stranieri.

Introduzione al turismo Dentale: un viaggio 2 in 1, di cura e di divertimento

 

In pratica, un viaggio 2 in 1: di cura e di svago perché si ha la possibilità di visitare i meravigliosi luoghi della città dove sorge la clinica dentistica (ad esempio Budapest, dove è diretta la maggior parte degli Italiani).

Ma il turismo dentale è veramente sicuro come detto da molte persone che hanno provato sulla propria pelle questo fenomeno? Proviamo ad esaminarlo insieme.

Turismo Dentale: è davvero affidabile?

La risposta è sicuramente Sì: gli operatori delle cliniche specializzate, dentisti, odontotecnici ed assistenti sono stati formati nelle più alte scuole di categoria, e sono in grado di fornire al paziente le migliori conoscenze per un lavoro dentistico sicuro e all’avanguardia, come quello del proprio dentista di fiducia.

In queste cliniche, le attrezzature sono gli ultimi modelli disponibili sul mercato, in quanto contribuiscono sensibilmente a migliorare la qualità del servizio erogato diminuendone l’invasività.

Pertanto, il paziente può avere la certezza che il lavoro dentistico è effettuato con sicurezza e professionalità.

Ottima Igiene e materiali utilizzati di prima qualità

Un altro fattore molto importante è quello riguardante l’igiene: i vari oggetti usati dal dentista (specchietti, trapani, ecc.), devono essere sempre sottoposti a procedure di disinfezione e sterilizzazione: un onere economico abbastanza alto per la struttura, ma fondamentale per essere apprezzati dal paziente e per rispettare le norme igienico-sanitarie.

Per quanto riguarda i materiali usati (protesi, ponti, otturazioni…), anch’essi sono di ottima qualità, gli stessi usati dai nostri dentisti italiani: provengono dal nord America, dalla Gran Bretagna e dalla Germania, e sono prodotti con materie prime di altissima qualità.

Valutazione positiva su tutta la linea: prezzi ottimi e professionisti seri e affidabili

Come abbiamo anticipato sopra, anche i prezzi sono molto buoni e alla portata di (quasi) tutti: si parla di un risparmio anche fino al 60% rispetto ai prezzi praticati in Italia.

Per quanto riguarda la garanzia sui prodotti, essa si ha quando (ovviamente) vengono effettuati i controlli almeno una volta all’anno (anche dal proprio dentista di fiducia), se si cura l’igiene orale o per qualsiasi altra sopravvenienza non derivante da trascuratezza e negligenza.

Anche nel turismo dentale ci sono i vari pro e contro: come sappiamo, se la cura dentistica non va a buon fine si può arrecare un danno al paziente.

Appena si torna a casa da un viaggio di questo tipo, consigliamo di farsi visitare dal nostro dentista di fiducia allo scopo di controllare se il lavoro è stato fatto correttamente.

Se sì, allora tutto ok; se no si può richiedere un indennizzo assicurativo per danni presso la Compagnia di fiducia della clinica dove andremo a curarci, che l’istituto è obbligato a fornirci qualora giungano complicanze per il paziente durante e dopo il servizio.

Submit comment

Allowed HTML tags: <a href="http://google.com">google</a> <strong>bold</strong> <em>emphasized</em> <code>code</code> <blockquote>
quote
</blockquote>